Trovare clienti con la Landing Page è uno dei primi passi da compiere in qualsiasi Strategia Marketing.

La frase trovare clienti con la Landing Page deve essere spiegata meglio…

Trovare clienti con la Landing Page vuol dire portare l’utente, che sta navigando nella rete internet o che sta cercando qualcosa di specifico, a cliccare sul tuo link.

L’utente, cliccando, “atterrerà” su una pagina web, appunto la Landing Page, dove verrà invitato a compiere delle azioni.

L’invito all’azione e tutte le informazioni devo essere rappresentate rispettando l’etica della totale chiarezza e trasparenza.

L’azione maggiormente richiesta sarà quella di compilare un form con i dati di contatto, soprattutto nome e indirizzo e-mail e naturalmente quella di autorizzare l’utilizzo dei dati personali a fini commerciali.

L’utente deve essere spinto a credere che, proseguendo con la procedura richiesta, riuscirà ad avere risposte o risolvere il suo problema!

Il percorso che l’utente si troverà di fronte sarà:

step 1) una Pagina Web che coglierà l’attenzione dell’utente

La pagina Web in questione potrebbe essere, per esempio, un annuncio su Facebook, un annuncio di Google AdWords, un articolo guida.

Questa pagina conterrà una chiamata all’azione, una call to action, tipo:

  • chiedi più informazioni
  • scopri di più
  • clicca qui

step 2) una Landing Page

La Landing Page che dovrà essere semplice e graficamente accattivante.

Essa deve servire a trovare clienti, a spingere l’utente a compiere un’azione che lo porterà ad ottenere i vantaggi promessi.

Come già scritto, conterrà un modulo di contatto che se compilato dall’utente porterà al raggiungimento del risultato per la quale la Landing Page è stata creata.

Quindi, trovare clienti con la Landing Page da aggiungere alla mia lista, clienti potenziali ma probabili se si studia una strategia adeguata.

Un famoso proverbio di business online dice “Money is in the List” ossia “Il denaro è nella lista”.

La tua lista è un patrimonio aziendale che va tenuto ben stretto. Deve essere aggiornato, diviso per categorie, non deve essere usato per inviare solo e-mail pubblicitarie.

Gli iscritti alla lista devono essere cibarli di offerte realmente vantaggiose, di informazioni utili, di aggiornamento sui prodotti.

Il discorso è assai lungo e importante e sicuramente vale la pena scrivere un articolo ad hoc.

Non voglio andare “fuori tema” quindi con il concetto di avere una lista mi fermo qui.

La Landing Page potrà contenere anche un invito all’azione per l’acquisto di un prodotto o di un servizio.

step 3) una Thank You Page

La conferma che l’azione è andata a buon fine.

Sarà in questo terzo step che riceverai il “regalo” promesso che può corrispondere ad uno sconto, una guida scritta o un video on line, un catalogo e molto altro.

 

Perché trovare clienti con la Landing Page potrebbe essere più facile grazie all’aumento della mia lista contatti?

Perché la Landing Page contiene informazioni, dettagli, risposte che offrono la sensazione di trovare la soluzione ad un problema. La strategia marketing è quella di dare la soluzione immediata spiegata in modo semplice ed efficace.

Strutturalmente una Landing Page è composta da pochi elementi:

HEADING – TITOLO

Il titolo è la frase di apertura, scritta con caratteri grandi che può rappresentare uno slogan, una domanda, una citazione o menzione, o ancora meglio il PROBLEMA dell’utente.

Si tratta della presentazione, dell’introduzione o della premessa a qualcosa che si comprenderà continuando a leggere con la pagina web oppure può essere un messaggio diretto immediatamente comprensibile.

SOTTOTITOLO – UNBOUNCE

  • Se il titolo conterrà una domanda, potrebbe essere la risposta o l’introduzione alla soluzione.
  • Se il titolo conterrà uno slogan sarà un rafforzamento di esso.

 

CHIAMATA ALL’AZIONE – CALL TO ACTION

  • Un tasto che si invita l’utente a cliccare
  • Un modulo di Contatto (in questo caso si tratta espressamente di squeeze page)

 

SEZIONE INFORMATIVA

Questa sezione fornisce maggiori dettagli.

Con l’uso di elenchi puntati, fornisce spiegazioni chiare sui vantaggi, sui servizi offerti, sui dettagli del prodotto o servizio. Insomma, qualsiasi informazione sia necessaria.

 

TESTIMONIANZE – TESTIMONIALS

Le sezione testimonianze è naturalmente la parte delle cosiddette referenze.

Riportano in generale:

  • un piccolo commento, sempre tra virgolette, per dare idea di citazione
  • nome e fotografia di chi ha scritto la referenza
  • qualifica professionale
  • nome azienda

quindi chi ha provato il prodotto o il servizio pubblicizzato e ne testimonia la reale qualità.

PRIVACY POLICY

La Privacy Policy la inserisco come elemento di una Landing page perché per ogni Sito Web è fondamentale averla per legge.

Esistono innumerevoli e ottimi siti altamente specializzati che, a buon prezzo, creano la tua Privacy Policy.

Si tratta di un documento che riguarda le politiche di riservatezza dei dati personali di chi gestisce il Sito Web.

Il documento in questione riporterà i dati della società, specificando il rispetto dei dati personali e dettagliando l’utilizzo che se ne farà.

Nella Landing Page si inserirà un link che riporterà alla visualizzazione del documento di Privacy Policy.

Bisogna fare molta attenzione al tema e creare una Policy per i proprio Sito Web perché i controlli in rete del garante vengono fatti e il mancato inserimento prevederebbe pesanti sanzioni.

Come trovare clienti con la Landing Page? Di quali accortezze devo tenere conto quando la creo?

  • grafica pulita, armonia di colori e dei font scelti: la mente umana di fronte alla bellezza è sempre comunque attratta
  •  pochi testi, coerenti e chiari, naturalmente persuasivi: l’obbiettivo è convincere utilizzando poche parole; l’utente non ha sempre voglia e tempo di leggere. Inoltre, generare emezioni nell’esperienza della navigazione web. Per esempio convincere che si tratti di un’occasione unica e irripetibile
  • presenza di elenchi numerati o puntati: le liste piacciono agli utenti perché danno informazioni veloci e concrete
  • dettagli spiegati con chiarezza e grammaticalmente corretti: il discorso deve essere chiaro e oggettivo
  •  immagini accattivanti: le immagine devono attrarre l’attenzione, la curiosità dell’utente
  • call to action ben visibile: è l’elemento fondamentale, l’obbiettivo strategico della pagina che deve essere cliccato
  • titolo breve: che attiri la curiosità per evitare che l’utente abbandoni presto la pagina. L’idea strategica è importante e deve essere studiata con attenzione, se l’utente abbandonasse la pagina perché deluso è molto difficile che cambi l’opinione e ci ritorni

Quando la Landing Page è stata approvata e pubblicata…

Una volta che la vostra Landing Page è stata creata, rispettando quindi tutti i fondamentali requisiti richiesti, non bisogna essere convinti e fermi nell’idea che debba essere la versione definitiva.

Bisogna provarla per certo periodo, meglio un mese e poi analizzarne i risultati in termini di conversion rate ossia di tasso di conversione.

Cos’è il tasso di conversione?… Un valore percentuale che indica quanti utenti hanno effettuato la conversione con la call to action. Quindi valutare se la campagna è di successo e se i guadagni giustificano i costi di investimento.

Si posso fare dei test con due versioni proposte, i cosiddetti A/B testing, molto usati in campo marketing.

Studiare e quindi provare due versioni e vedere quale delle due funziona meglio in termini di conversione.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sui miei servizi, Contattami Subito.

Troveremo una Strategia Perfetta per il tuo Business  🙂  creando anche la Tua Landing Page

 

 

Segui Arianna Donadeo sui Social Network