Studiare le Parole Chiave, le famose Keywords, è il primo fondamentale passo da affrontare quando devi creare il contenuto di un Sito Web.

In questo articolo del come studiare le parole chiave, ho volutamente iniziato scrivendo “affrontare” perché non è certo semplice e di facile comprensione all’inizio.

Prima di tutto è necessario spiegare cosa sono le parole chiave e poi studiare le parole chiave stesse:

Da Wikipedia Linguistica

Nella semantica del linguaggio, per parola chiave si intende quel termine che in un testo si presenta più volte di quanto ci si aspetterebbe. Spesso, le parole chiave sono le parole che identificano al meglio il significato del testo in cui sono inserite.

Sulle parole chiave si può operare in due modi:

Estrazione: tramite algoritmi che calcolano la frequenza delle parole in un testo, si può estrarre quali sono le più frequenti. Queste saranno le parole chiave del testo.

Ricerca: inserendo la parola chiave desiderata in un campo di ricerca, si possono cercare tutti i testi che contengono quella parola. Oppure si può cercare una parola in un testo per verificare se nel testo sotto analisi si discuta dell’argomento cercato.

  • Nel primo paragrafo si scrive: “quel termine che in un testo si presenta più volte di quanto ci si aspetterebbe”

Si tratta della pratica basilare Seo di inserire la parola chiave più volte, ma senza esagerare, nella pagina di una Sito Web. Inoltre spiega che le parole chiave non sono altro che un sunto. Poche lettere che spiegano quello che è l’argomento della pagina o articolo del sito web stesso.

  • Nel secondo: “tramite algoritmi che calcolano la frequenza delle parole in un testo, si può estrarre quali sono le più frequenti”

Google a mezzo di algoritmi calcola quante volte le parole chiave appaiono in una pagina web. Inoltre “intuisce” che siano le parole che permettono di comprenderne l’argomento.

  • Nel terzo: “inserendo la parola chiave desiderata in un campo di ricerca, si possono cercare tutti i testi che contengono quella parola”

Un utente che effettua una ricerca nei motori di ricerca (Google per esempio). Inserisce delle parole che ne identificano il suo interesse. Grazie ai suoi algoritmi, Google restituisce come risultato tutte quelle pagine web. Queste pagine sono state analizzare in precedenza e contengono le parole chiave.

Non bisogna arrivare alla conclusione di pensare di inserire parole molto ricercate ma non pertinenti.

Studiare le parole chiave è un po complicato ma essenziale per ottenere traffico al proprio Sito Web…  

Bisogna studiare le parole chiave con attenzione, i motori di ricerca sono intelligenti…

Gli algoritmi sono molti e scovano tutte le tecniche applicare furbescamente. Per portare traffico ad un Sito Web non è la via giusta. Inoltre quando Google se ne accorge sono guai seri!

Si incorre sicuramente in penalizzazioni di posizioni e nei peggiore di casi in esclusioni.

Inoltre con questa tecnica, l’utente, che effettua una determinata ricerca, “attererà” ad un sito web non pertinente. Sicuramente ne uscirà immediatamente con il rischio di aumentare il pericoloso Bounce Rate.

Cos’è il Bounce Rate?

Visto che non parliamo di una sciocchezza.. faccio spiegare da Wikipedia cosa sia il Bounce Rate:

Bounce Rate (in italiano frequenza di rimbalzo) è un termine utilizzato nell’analisi di traffico sui siti web. Un bounce (in inglese rimbalzo) avviene quando l’utente abbandona il sito dopo aver preso visione di una sola pagina web entro pochi secondi.

Molti sistemi di statistiche fissano il bounce rate a 30 secondi: un utente si definisce disinteressato ai contenuti di una pagina se l’abbandona entro 30 secondi. Seppure il limite di 30 secondi sia un valore di riferimento, in alcuni applicativi software commerciali esso si sta decisamente abbassando, anche a 5 secondi. Un basso tasso di abbandono è indice di buona organizzazione dei contenuti e di un aspetto grafico accattivante, che invita l’utente a continuare nell’esplorazione del sito.

Il Bounce Rate è una percentuale e un basso tasso di abbandono identifica quindi che il Sito è apprezzato dall’utente. Si scrive l’utente deve rimanere nella pagina almeno 30 secondi. 

Quello che vogliono i motori di ricerca è proprio questo: che l’utente sia soddisfatto e che continui ad utilizzare il suo servizi.

I discorso del perché i motori di ricerca voglio la soddisfazione dell’utente è molto semplice: più è utilizzato dagli utenti, più è autorevole. Più è autorevole e più venderanno spazi pubblicitari…

Ma ora torniamo a come studiare le parole chiave

Una volta appurata l’utilità delle parole chiave scelte, vediamo come sceglierle.

Lo Studio delle parole chiave di una pagina web si avvale di tre momenti:

1) Quale argomento tratta la mia pagina? Bisogna riassumerlo in 3/4 parole compresi gli articoli o comunque rendendo l’unione delle parole chiave in una logica di lettura

Come ho spiegato nel Mio Articolo Cosa significa SEO e a Cosa Serve? le parole chiave andranno materialmente inserite nel titolo della pagina e in altri punti del testo e non si possono di certo non considerare le regole della sintassi.

2) Scegliere diversi gruppi di parole chiave e scriverle su di una tabella con a 4 colonne.

Infatti, con Google Inserendo già una parola ti consiglia le successive e anche una volta effettuata una ricerca, a fondo pagina, ti visualizza le ricerche correlate.

Facciamo un esempio con  la ricerca specifica:

e le ricerche suggerite:

Tornando alla tabella, nella prima colonna scrivo la pagina web per la quale sto studiano le parole chiave.

Nella seconda il gruppo di parole chiave che ho in mente di inserire. Scrivine fino a 10.

Studiare le parole chiave è un processo complesso e per aiutarti con le idee puoi anche andare a sbirciare nella rete.

Leggere cioè sui forum del settore o puoi simulare una ricerca per esempio in Google.

 

3)  Ora mi serve sapere se le parole chiave che ho scritto sono cercate in rete e con quale frequenza. Come faccio?

Esiste uno strumento gratuito lo Strumento di Pianificazione delle Parole Chiave di Google.

Vi indico un video che spiega in maniera chiara come utilizzare lo Strumento di pianificazione delle parole chiave in Adwords:

Inserendo quindi le parole chiave che hai scelto questa piattaforma ti permette di sapere quante volte le parole che hai scelto sono ricercate in rete.

4) Ti ricordi la nostra tabella dove abbiamo inserito le parole chiave nella prima colonna?

Bene, nella seconda, scrivi i volumi di ricerca mensile.

 

 5. Dando un occhio alla Tabella, ti chiederai già…. ma cosa devo scrivere nell’ultima colonna? 

L’authority è il tasso di competitività di quelle parole chiave. La difficoltà a riuscire a salire nelle prime pagine del risultato di ricerca per quelle parole chiave.

Esiste una piattaforma chiamata MOZ che ti comunica il valore preciso di authority.

Più è alto il valore e più  sarà difficile salire nella SERP (risultati di ricerca).

Studiare le Parole Chiave - Authority

Ecco i valori di riferimento:

  • Fino a 10 sarà banale
  • Fino a 20 sarà facile
  • Fino a 35 sarà media
  • Fino a 45 sarà difficile
  • Oltre 46 impossibile

*Fonte Dati MotoridiRicerca.com

I dati forniti da questo tool sono molto importanti ed esclusivi. Moz infatti è una piattaforma a pagamento.

Il costo del piano standard è di 99/mese.

Moz naturalmente non fornisce solo i dati sull’authority ti può supportare sulla strategia SEO da seguire.

Non sono qui per vendere l’abbonamento e quindi mi fermi con le informazioni. E torno alle parole chiave.

Una volta che avrai valutato l’authority delle parole chiave scelte, che non devono superare assolutamente il medio, ci sarai quasi.

Decidi definitivamente e applicando tutte le regole Seo conosciute, puoi cominciare a scrivere il contenuto della pagina del tuo sito.

Buon Lavoro!

Poi anche farti supportare da un Seo Specialist come me che potrà evitarti la fatica. Se vuoi creare il tuo sito web e hai bisogno di supporto, entra mia pagina dei contatti e compila il form

 

 

Segui Arianna Donadeo sui Social Network

Summary
Studiare le Parole Chiave: i Primi Passi
Article Name
Studiare le Parole Chiave: i Primi Passi
Description
Studiare le Parole Chiave è il Primo Passo quanto Vuoi Creare il Tuo Sito Web. Cosa Sono le Parole Chiave e Come Devo fare per trovare quelle giuste?
Author
Publisher Name
Marketing e Back Office Virtuale
Publisher Logo