Perché Aprire un Blog?

Aprire un Blog è Utile per il Tuo Business?

Sì, aprire un Blog è utile per qualsiasi business.

Aprire un Blog serve a te per acquisire maggiore visibilità nel mondo Web perché l’utente effettua una ricerca sui motori di ricerca quando è interessato a un determinato argomento e ti trova certamente se hai lavorato bene in termini di Seo 

Se si ha appena aperto il tuo blog e scritto i primi articoli l’impresa non è semplice…bisogna avere pazienza.

I motori di ricerca devono immagazzinare i dati del tuo sito,  analizzare e restituirli al suo utente e anche se sono velocissimi non parliamo certo di un giorno di tempo per fare tutto.

A questo si aggiunge un dettaglio, che tale non è…, del lavorare bene in termini di SEO.

Prima di tutto se il Blog è ben strutturato, contiene informazioni e curiosità sarà sicuramente utile a qualcuno. Qualcuno ti troverà.

Quel qualcuno non va sottovalutato, pochi utenti ma buoni.

…Lo dice un antico e famoso proverbio …utenti lo aggiunto io per rimodernare il detto…

Si partirà da pochi utenti ma non preoccuparti, se il blog sarà ben fatto aumenterà i seguaci.

Ma aprire un Blog buono cosa significa? Quali passi devo compiere?

Ecco le 10 regole fondamentale per aprire un Blog che funzioni e mantenerlo:

1) Devi amare la scrittura

Devi saper scrivere. Conoscere le regole della lingua italiana: gli articoli non devono contenere errori di ortografia, grammaticali o di punteggiatura.

Devi sapere di stare seduto ore a scrivere come tutti gli scrittori e giornalisti professionisti. Per te non c’è lo sconto.

2) Devi essere curioso

Devi leggere gli articoli scritti da terzi. I commenti che ricevono. Andare a “spiare” i profili social dei maggiori blogger del tuo settore e vedere cosa scrivono, a chi si rivolgono, il linguaggio utilizzato.

E naturalmente analizzare le risposte dei fan o follower in termini di condivisione, gradimento e risposte.

3) Gli argomenti devono essere attuali e utili

Bisogna sempre di scrivere articoli originali.

Andate leggere cosa pubblicano anche i siti stranieri.

Capita spesso che gli Stati Uniti siano ben avanti rispetto alle tendenze italiane. E’ un bene seguirli con regolarità.

4) Studiate le statistiche

Usate Google Trends che analizza e pubblica le tendenze in termini di ricerca keywords e visualizzazione video.

In Italia, le classifiche di ricerca sono creare per:

  • parole
  • personaggi
  • luoghi
  • il come fare qualcosa
  • mete delle vacanze
  • ricette
  • il cosa significa
  • il perché

Negli Stati Uniti i dati forniti sono ben maggiori, si aggiungono:

  • animali
  • atleti,
  • attori
  • auto sportive
  • fino ad arrivare addirittura a Whiskey per un totale di circa 45 classifiche interessanti o meno.

5) Devi pubblicare in chiave SEO

Ci sono delle regole vere e proprie che contraddistinguono la scrittura sul web.

L’uso di titoli, sottotitoli, grassetti, corsivi.

Lo studio di parole chiave appropriate che devono ripetersi ma non in numero esagerato.

I paragrafi non devono essere troppo lunghi.

Bisogna andare a capo ogni frase per facilitare la lettura soprattutto con i dispositivi mobili.

Leggere un articolo con un display piccolo vuol dire concentrarsi di più. Bisogna quindi facilitare l’occhio nella visione delle parole. Dobbiamo inserire almeno un link in uscita.

6) Scegliere belle immagini da associare all’articolo

L’immagine non deve però  scoprire completamente il contenuto dell’articolo deve stimolarne la lettura.

7) La regola delle 5 W

Si tratta della regola base di qualsiasi scritto.

Nel primo paragrafo del tuo articoli devi già rispondere a queste 5 domande. Ovviamente nel caso specifico del tuo articolo, non necessariamente tutte nello stesso paragrafo iniziale.  Inserire queste risposte vuole dire rispondere già dall’inizio alle domande del lettore e creare curiosità, attesa.

  1. W come WHY ossia PERCHE’
  2. W come WHEN ossia QUANDO
  3. W come WHERE ossia DOVE
  4. W come WHO ossia CHI
  5. W come WHAT ossia COSA

ci sarebbe anche HOW…ossia COME

8) Backlink

Devi fare il non semplice lavoro di inserire i tuoi articoli in blog ospitanti.

Tutto in regola non parlo di inserire il tuo link nei commenti di Facebook.

I Link devono essere naturali, autorizzati dai gestori del blog che dovrebbe ospitarti.

I blog ospitanti naturalmente devono avere un buon traffico di utenti e devo comunque essere in linea con l’argomento del tuo articolo. o del tuo blog.

9) Costanza di Scrittura

Devi scrivere con regolarità e continuità.

Con regolarità potrebbe essere una volta la giorno, alla settimana…

Continuità non devi mai mancare all’appuntamento…se il il tuo utente è affezionato, aspetterà i tuoi articoli e non puoi certo deluderlo.

10) Personalizzare sempre i tuoi articoli

Chi ti legge e ti conosce deve sempre avere lo stessa idea di te.

Qualsiasi sia il tuo umore del giorno, se lo stile che hai importato al tuo blog è per esempio allegro non potrai metterti a scrivere pesanti articoli di critica trieste o offensiva.

Il tuo lettore non ti riconoscerà più.

Bene, ora che hai una base del come cominciare inizia subito a pensare allo stile del tuo blog,

Alla target di nicchia al quale ti rivolgerai. Se il tuo blog tratterà di pochi specifici argomenti.

Quando ti viene da scrivere scrivi subito, le parole usciranno a fiumi ma non devi pubblicare senza una logica di tempo.

Devi studiare un plan di pubblicazione.

Crearti un file con il titolo dell’articolo, l’argomento, i tag utilizzati e da evidenziare, la data di pubblicazione programmata. Nulla deve essere fatta a caso.

Io sono Arianna Donadeo e mi occupo di Web Design, Content e Digital Marketing.

Se il mio Articolo ti è piaciuto visita il mio Sito Web Marketing e BackOffice Virtuale per leggere altri articoli.